All rights reserved
logo

Letto, riletto, recensito!

faziomassimomonade@yahoo.it
image-832

facebook
twitter
gplus
youtube
instagram

Seguici nei nostri social

logoscardillipressrotondo-trasparente

Il sovvertimento del principio di legge nel 'Pater' di Domenico Cacopardo

11/11/2022 00:09

Admin

Recensioni, home,

Il sovvertimento del principio di legge nel 'Pater' di Domenico Cacopardo

A cura di Salvatore Massimo Fazio

schermata-2022-11-10-alle-23.52.55.png

Domenico Cacopardo

 

Pater

 

Ianieri

 

Le recensioni in LIBRIrtà


34e.png

A cura di Salvatore Massimo Fazio

Un noir? Un giallo? Certo che Domenico Cacopardo ci sorprende sempre, e stavolta lo fa nella collana Le Dalie Nere, curata da Raffaella Catalano e Giacomo Cacciatore che continuano a non sbagliare un colpo per Ianieri Editore. Piace quell'andirivieni temporale che il Maestro di Letojanni, ma nato in Piemonte, in Pater, (Ianieri, pp. 256, € 18) espone. Non crea confusione seppur come appena scritto potrebbe dare l'idea, mi scuso in anticipo. La temporalità è mossa da un, azzarderei a dire ossimoro (sempre) temporale: la giustizia o la legge intanto? La legge che converge e si avvia verso se stessa. E qui troviamo la grandezza della penna del Cacopardo: crimini di tutte le modalità, dalla zona più bassa della delinquenza da strada alle alte sfere, per loro, politiche facilmente corruttibili, che si incrociano con l'epoché che le ambientazioni e il protagonista praticano sino all'inaspettato.

Si chiama Cataldo il personaggio protagonista che grazie alle donne che trova nel suo cammino, specie la cugina, impone una colta e volontà di giustizia dove pensa di arrivare dopo la morte del padre, avvenuta per assassinio. Quella volontà, lentamente come un fiume che scorre mentre lo si osserva in meditazione e catarsi che ti avvolge, rimane tale ma verso altri lidi da percorrere e qui si innalza forte l'emotività, l'ontologia che all'uomo non lascia spazio se non che sia molto determinato: ma anche in questa determinazione Cataldo Giammoro trova alternativa, diventando quel Pater che a tutti dona la sua missione.

È un avvocato, dunque un soccorritore per i problemi altrui, che risolverà riuscendo ad imporsi in tutto il Paese e oltre i confini: ma quale legiferata azione praticherà?

 

Domenico Cacopardo sembra sovvertire il percorrere dell'uomo che sceglie così che sia la vita ad investirlo di una modifica nella scelta, quasi imposta, dove lo, mi piace dirlo con Goleman, stress post traumatico verrà risolto con delle mosse che ancora una volta sovvertono ciò per il quale e nel quale credeva.

 

Non mi sento di dire prova magistrale, perché Domenico Cacopardo, così come scritto in ouverture per i curatori della collana per la quale è uscito questo nuovo romanzo, continua a non sbagliare un colpo nella sua lunga opera, magistrale tutta. Atto in atto!


schermata-2022-11-10-alle-23.57.54.png

L'autore

Nato a Rivoli in casa dei nonni materni da famiglia siciliana da parte di padre, si trasferì quasi subito a Letojanni (ME) dove è rimasto sino al 1947. Cacopardo ha trascorso la prima infanzia e la fanciullezza durante la guerra, vissuta a Letojanni e a Melia, sui Monti Peloritani. Ha pubblicato più di trenta libri con diverse case editrici di livello alto.

 

 

Il libro
Titolo: Pater
Editore: Ianieri

Pagg.: 258
Prezzo: € 18,00

Voto/Valutazione: Eccelso