All rights reserved

Letto, riletto, recensito!

faziomassimomonade@yahoo.it
letto-riletto-recensito-manchette
image-832

facebook
twitter
gplus
youtube
instagram

Seguici nei nostri social

[01/06/2023 00:01] L'esordio della Mannelli spiegandoci le moltitudini visioni dell'amore Admin [26/05/2023 08:39] Il devastante mondo dell'attualità giovanile Admin [11/05/2023 00:01] La prospettiva della mancanza di Piero Balzoni nel suo "Vita degli anfibi" Admin [05/05/2023 00:01] Johanna Finocchiaro - Ramificare - Eretica Admin [01/05/2023 00:01] È "Tutto iniziò da quel pollice" di Rosario Sorrentino (Vallecchi) il ConsigLIBRO del mese Maggio 2023 Admin [27/04/2023 00:01] L'enorme matassa da sbrogliare per il commissario Cecilia Orlandi Admin

ConsigLIBRO 

Primavera 2023 è:

D'amore e di rabbia

di Giusy Sciacca 
Neri Pozza

ConsigLIBRO 

Giugno 2023 è di:

   

  Lavinia Mannelli

L'amore è un atto senza importanza

66thand2nd

E' "Felicità" di Gianni Contarino (Scatole Parlanti) il ConsigLIBRO del mese Marzo 2023

28/02/2023 23:01

Admin

Recensioni, home, news,

E' "Felicità" di Gianni Contarino (Scatole Parlanti) il ConsigLIBRO del mese Marzo 2023

Redazione

schermata-2023-02-25-alle-20.26.48.png

Gianni Contariano

 

Felicità

 

Scatole Parlanti

 

ConsigLIBRO del mese Marzo 2023


Redazione

 

"Felicità", edito da Scatole Parlanti, di Gianni Contarino, è la storia della trasformazione di una donna per via del comportamento del padre. Si tratta di un riuscito mix di tragico e comico, che affronta un tema sociale drammatico, rendendolo interessante non solo per il lettore che vuole spunti di riflessione, ma anche per quello che desidera divertimento. «Credo che compito della scrittura sia divertire e porre domande e ho cercato di contribuire con una voce maschile al dibattito, quello su patriarcato e maschilismo, che per fortuna gode di attenzione crescente, ma che ancora è più spesso sollevato da donne», ha affermato di recente l’autore.

    Il romanzo è ambientato a Riposto e, attraverso una lunga serie di aneddoti, parla di come la mente di Nunzia, la protagonista, vada alla deriva per colpa del padre, uno che si vanta della propria ignoranza e che non contempla proprio il concetto di emancipazione femminile. 

    La storia parte nei primi anni cinquanta, in pieno boom economico, con la nascita di Nunzia, e si sviluppa in un arco temporale di sei decenni con una sorta di carotaggi nella vita di questa donna. Mentre nel mondo accade di tutto, dai piccoli ai grandi fatti che hanno cambiato la storia dell’umanità, dalla morte di Stalin alla partita Italia-Germania dei mondiali del settanta, dalla legge italiana sul divorzio alla caduta del muro di Berlino, Nunzia è come se vivesse sempre in ritardo, come se la sua esistenza fosse caratterizzata solo da blandi riflessi di ciò che sconvolge invece, a volte in modo anche rapido, la vita delle altre persone.

schermata-2023-02-25-alle-20.32.40.png

    Già da bambina resta affascinata dalla musica, ascoltandola in radio, vedendo in tivù la grazia di Mina, del Quartetto Cetra, e ha una gran bella voce. Sua madre, Vera, se ne accorge, ma non fa nulla per aiutarla mentre il padre si oppone in modo categorico a questa passione. Nunzia vive la propria adolescenza relegata in casa, guardando dalla finestra le altre ragazze, la vita che scorre, barcamenandosi fra le sberle di Gino, i divieti e i doveri, come studiare e dare una mano nelle faccende domestiche. 

    Non può frequentare uomini e, secondo il padre, non dovrebbe nemmeno scoprirsi in spiaggia. La sua mente si ammala, fra alienazione e solitudine, e la spinge a restituire al mondo maschile la brutalità subita, non limitandosi al padre.   

    Contarino alterna scene comiche a momenti nostalgici, eventi quasi pulp in stile Tarantino e dialoghi commoventi, soprattutto quelli fra madre e figlia. C’è tanta musica in ogni capitolo, praticamente una colonna sonora, legata alle canzoni degli anni in cui si svolgono le peripezie della protagonista, da Volare di Modugno a Help dei Beatles, da Bandiera Bianca di Battiato a Dune Buggy, famosa canzone del film Altrimenti ci arrabbiamo.

    Felicità è anche un romanzo pieno di colori e sapori, fra mare, spiagge, sole, arancini, caponate, vino e torte, non solo per l’ambientazione nella bella Riposto e nel suo hinterland, ma anche grazie alla forte presenza dell’Etna che a detta dell’autore si è imposta ricavandosi un ruolo nella vicenda di Nunzia. 

Non mancano in alcuni dialoghi incursioni nel dialetto della zona e nei modi di dire che tanta letteratura e tanto cinema hanno permesso a un pubblico non siciliano di conoscere.


unknown.jpeg

L'autore
Gianni Contarino è nato a Siracusa nel settantadue da una famiglia ripostese. Vive da tanti anni fra un bosco vicino Torino e un borgo sull’Etna; laureato in ingegneria, scrittore e poeta, ha lavorato nel settore della consulenza aziendale e in quello industriale, occupandosi di servizi, di organizzazione, di marketing e comunicazione.

 

Il libro

Titolo: Felicità

Edizioni: Scatole Parlanti

Pagg.: 328

Prezzo: € 18,00
Voto/Valutazione: ardito

9788854526242_0_536_0_75.jpeg
9788832972634_0_536_0_75.jpeg
paesietnei
schermata2019-05-07alle16.38.33

Le nostre rubriche seguono il seguente ordine settimanale:

 

mercoledileintervistecopia
lunedilevideorecensioni
sabatoglievergreencopia
giovedilerecesnioniinlibrirtacopia
domenicailconsigliodellasettimanacopia
martedievenerdilenovita
sem
lorma
saggiatore
unnamed
logonn6
logoblackpngneweditore2018