All rights reserved
logo

Letto, riletto, recensito!

faziomassimomonade@yahoo.it
image-832

facebook
twitter
gplus
youtube
instagram

Seguici nei nostri social

[2021-09-23 13:55] I tre premi "Letto, riletto, recensito!" di Etnabook 2021 Admin [2021-09-19 00:01] Inizia domani con il FUORI PROGRAMMA Bellová la III edizione di Etnabook Admin [2021-09-16 00:01] La fine del mondo di Simeone Carullo Admin [2021-09-12 18:47] Siglata la partnership tra 'Aleph - Scuola di scrittura' e 'Letto, riletto, recensito!' Admin [2021-09-12 18:28] Etnabook 2021: Martedì 14/9 conferenza stampa e presentazione del cartellone Admin [2021-09-12 18:04] nonhountubodafarequasiquasileggounlibro Admin

Per la tua pubblicità nel nostro blog
contattaci inserendo i tuoi dati di seguito,

Il consigLIBRO 

Estate 2021 è:

   

    Domenico Tumiati

     Una primavera in Grecia

          ETPbooks

L’ESILE EQUILIBRIO DEL FENICOTTERO

2021-06-04 00:01

Admin

Recensioni, home,

L’ESILE EQUILIBRIO DEL FENICOTTERO

Alessandra Corbetta - Corpo della gioventù - Puntoacapo Editrice - L'angolo della poesia - A Cura di Paolo Pera

schermata2021-05-25alle17-41-39-1621957321.png

Alessandra Corbetta

 

 

Corpo della gioventù

 

 

Puntoacapo

 

 

L'angolo della poesia


A cura di Paolo Pera

 

Il Corpo della gioventù (puntoacapo Editrice, 2019) di Alessandra Corbetta (in foto) è un perfetto spiraglio nel pensiero femminile, eppure il crucio di fondo della poetessa è parecchio metafisico (quasi cartesiano): come posso io abitare un corpo? O meglio, come può l’io abitare un corpo? Ad aprire a questi dubbi, a questi enigmi assai velati nell’opera della Corbetta, è il postfatore – prezioso e vigile critico – Ivan Fedeli, ma pure i numi posti in apertura (Kemeny e Garzia). Il domandamento di Corbetta, infine, si rivela un tormento assai postmoderno: quello di un’identità mai del tutto rivelata (o per lo meno cangiante, diveniente) – un’identità affidata dunque all’esteriorità, mutevole anch’essa –, e non per forza un io frammentato che vuole ricomporsi, quasi in un desiderio d’interezza. Il corpo, insomma, sarebbe la casa della mutazione (la casa dell’essere, inteso quale temporalità) da cui prenderà a mutare anche l’io, che – apparendo stabile – riempie la vuotezza del corpo rimanendone vittima prediletta. Questa apparirebbe quasi una trasfigurazione ardita della poetessa: non l’io (postmodernamente) muta e si disconosce in noi ma il corpo cambia e diventa il motivo della nostra insicurezza. Tale fragilità ci dà la cifra del femminile propria di questi versi, aprendoci non solo all’intima comprensione che la donna ha di sé ma pure a quella docile malinconia che la poetessa – almeno nei suoi vent’anni – confessava: «Dicono che la nostalgia m’appartenga», ma pure «È ovvia la mancanza»; né la convince di sé alcuno sguardo esterno («La vita è una faccenda personale, / i vostri credo piante d’ornamento»). 

corbetta-1621957584.jpg

Questo volumetto, impreziosito da un linguaggio levigato, altro non è poi che un meta-diario dei vari stati di maturazione della Nostra: dalla prima età adulta «bisognosa di storie» ai conti con l’invecchiamento («Un tuffo in piscina e dicevi / quanto ero vecchia / a non voler crescere, / a voler restare bambina», questi versi sono quasi la risposta corbettiana alla poesia Falsetto di Montale) e con la morte («I piedi della sedia ho lasciato andare, / dondolo leggera: la preda / è l’ombra che rimane», oppure «lì, neanche la Zeta ti faceva paura»). Ma ogni fase della maturazione della Nostra è infine una nuova gioventù di cui lei sola è testimone vera: «mentre mi guardi / e canti e dormi e non avverti / il dolore atroce del mio passaggio / obbligato di gioventù». Essa pur patendo la sferza dell’illusione circostante, propria della metropoli, non può farne a meno: «Nessuna colpa, se alle fessure degli archi / preferì la luce delle vetrine», in fondo chi è smarrito nel proprio corpo lo sarebbe anche da eremita in mezzo al verde.​


copertinaridotta-1621957605.png
una-primavera-in-grecia-1625589724
Paesietnei
LogoScardillipressrotondo-trasparente

Ogni mese Paesi Etnei Oggi,  ospita nella versione cartacea il blog Letto, riletto, recensito!

Schermata2019-05-07alle16.38.33
PHOTO-2019-09-28-11-45-16

Le nostre rubriche seguono il seguente ordine settimanale:

 

MercolediLeintervistecopia
lunedilevideorecensioni
SabatoGlievergreencopia
DomenicaIlconsigliodellasettimanacopia
GiovediLerecesnioniinLIBRIrtacopia
MartedievenerdiLenovita
sem
lorma
saggiatore
unnamed
LogoNN6
logoblackpngnewEDITORE2018