All rights reserved
logo

Letto, riletto, recensito!

faziomassimomonade@yahoo.it
image-832

facebook
twitter
gplus
youtube
instagram

Seguici nei nostri social

[2021-09-23 13:55] I tre premi "Letto, riletto, recensito!" di Etnabook 2021 Admin [2021-09-19 00:01] Inizia domani con il FUORI PROGRAMMA Bellová la III edizione di Etnabook Admin [2021-09-16 00:01] La fine del mondo di Simeone Carullo Admin [2021-09-12 18:47] Siglata la partnership tra 'Aleph - Scuola di scrittura' e 'Letto, riletto, recensito!' Admin [2021-09-12 18:28] Etnabook 2021: Martedì 14/9 conferenza stampa e presentazione del cartellone Admin [2021-09-12 18:04] nonhountubodafarequasiquasileggounlibro Admin

Per la tua pubblicità nel nostro blog
contattaci inserendo i tuoi dati di seguito,

Il consigLIBRO 

Estate 2021 è:

   

    Domenico Tumiati

     Una primavera in Grecia

          ETPbooks

IL PASSATO È UNA NOTTE DICKENSIANA

2021-03-18 23:01

Admin

Recensioni, home,

IL PASSATO È UNA NOTTE DICKENSIANA

Alice Briscese Coletti  Il passato è una notte dickensiana  Eretica  L'angolo della poesia A cura di Clodoveo Aristide Genuflesso  L’opera d’esordio d

schermata2021-03-06alle12-51-25-1615031500.png

Alice Briscese Coletti

 

 

Il passato è una notte dickensiana

 

 

Eretica

 

 

L'angolo della poesia

A cura di Clodoveo Aristide Genuflesso 

 

L’opera d’esordio di Alice Briscese Coletti, Il passato è una notte dickensiana (Eretica Edizioni, 2020), è divisa in quattro sezioni: tutte inneggianti alla femminilità, rammemorano infatti svariati “tipi femminili letterari”. Nell’antichità troviamo Saffo, capace di raggiungere vette solo sognate dai suoi contemporanei maschi… In epoca moderna abbiamo invece Sylvia Plath, negli anni di college. L’autrice sembra divertita a rileggere – con fare citazionistico – alcuni manifesti della poesia novecentesca, L’urlo ginsbergiano, per esempio… Come pure a cantare la grecità nella sua “idealizzatissima” perfezione. La sezione conclusiva altresì lascia da parte l’immersione nella letteratura (in rosa) per dimostrare che cosa sia l’amore in una fanciulla. Formalmente le poesie qui contenute sono “moderne”, concedendosi talvolta un pizzico di lirismo, particolarmente nella terza sezione; l’autrice mescola poi un linguaggio colto a espressioni palesemente quotidiane (sballo, per esempio…). In conclusione potremmo soffermarci sul titolo del volume, anch’esso frutto di una citazione1, che richiama con chiarezza la dimensione urbana in cui siamo imprigionati e in cui si compie – e sempre più si compirà! – la nostra miseria.

__________________

1 Marina Cvetaeva, Ricordo una notte sul declinare di novembre: Alla luce d’un lampione / il vostro tenero viso – incerto e strano, / alla Dickens fioco e nebbioso, / il petto con i brividi, come i mari invernali…  / il vostro tenero viso alla luce d’un lampione.

briscesecoletti-1615031429.jpg
una-primavera-in-grecia-1625589724
Paesietnei
LogoScardillipressrotondo-trasparente

Ogni mese Paesi Etnei Oggi,  ospita nella versione cartacea il blog Letto, riletto, recensito!

Schermata2019-05-07alle16.38.33
PHOTO-2019-09-28-11-45-16

Le nostre rubriche seguono il seguente ordine settimanale:

 

MercolediLeintervistecopia
lunedilevideorecensioni
SabatoGlievergreencopia
DomenicaIlconsigliodellasettimanacopia
GiovediLerecesnioniinLIBRIrtacopia
MartedievenerdiLenovita
sem
lorma
saggiatore
unnamed
LogoNN6
logoblackpngnewEDITORE2018