sem2
All rights reserved
immagine-articolo-1024x744
faziomassimomonade@yahoo.it
logo4
logo4

Letto, riletto, recensito!


facebook
twitter
gplus
youtube
instagram

Seguici nei nostri social

09/05/2018, 14:57



Francesco-Giampietri---Lettere-e-disarmonia---L’erudita---Le-recensioni-in-LIBRIrtà---le-video-recensioni


 



Francesco Giampietri - Lettere e disarmonia - L’erudita - Le recensioni in LIBRIrtà - le video recensioni

Clicca qui per vedere la video recensione al libro di Francesco Giampietri.

Recensione.
Lettere e disarmonia, pubblicato per L’erudita editrice, è il ’primo libro per tutti’ (cfr. quarta di copertina), dello scrittore Francesco Giampietri, ciò perché lo stesso, essendo filosofo e ricercatore che collabora con l’Università di Roma Tre, vanta, nonostante la giovane età,  diverse pubblicazioni in riviste e antologie di genere. Con questo meraviglioso libro, diviso in cinque capitoli, vengono affrontate le dinamiche dell’esistenzialismo e del vivere quotidiano, di un personaggio (lo stesso autore?), che con fruibile e impeccabile cura della parola scritta, coinvolge tra sorrisi e rameici, il lettore. Se da una parte racconta di un anziano, che lavora molto e ricorda Berlusconi, dall’altra si contrappone una persona che giornalista non è che però raggiunge Berlusconi durante una visita in una località e trovandoselo davanti, non riesce a dirgli nulla, lasciando il lettore curioso di scoprirlo, frattanto che scorre il testo. La forma è quella del diario, ogni capitolo è diviso per brevi paragrafi che accelerano ancor di più la voglia di sapere di chi trovasi col libro tra le mani. la bellezza può stare anche dall’incontro di due ragazzi su un autobus, dove dagli occhi cristallini di uno ne esce un atteggiamento puro sincero e quasi coatto versus, l’interlocutore che per non metterlo in difficoltà alla domanda di cosa stava leggendo, durante il viaggio che li porta a Roma, preferisce non dire che sta studiando Leibniz, perché potrebbe sembrargli un giocatore dello Schalke 04, e ancora, si intreccia la profondità degli argomenti con quelli più semplici, che sono parte integrante dello svago di ogni persona tanto che in merito al calcio, ci racconta la domenica di paese, che scivola quasi noiosa e la riaccende in parte la radio che trasmette la partita dell’Inter.Con la magia di uno scrittore straordinario, che induce all’amor per la lettura e per gli argomenti, qualsivoglia tipologia di persona, Francesco Giampietri onora il mondo secentesco e la semplificazione dandosi da fare, così come gli insegnò suo maestro ricordandogli che chi si culla nell’ozio apre le porte alla stupidità.

Autore: Francesco Giampietri
Titolo: Lettere e disarmonia
Editore: L’Erudita 
Prezzo: € 13,00 
Voto:10
09/05/2018, 14:52



Carmelo-Zaffora---Le-confessioni-di-Abulafia---Vertigo-editore---Le-recensioni-in-LIBRIrtà---Le-video-recensioni-


 



Carmelo Zaffora - Le confessioni di Abulafia - Vertigo editore - Le recensioni in LIBRIrtà - Le video recensioni


Clicca qui per vedere la video recensione del libro di Carmelo Zaffora.

Recensione.
Nessuno come lui, Avraham Ben Shemu’el Abulafia, in un’epoca oscura e controversa (1240-1291) seppe impersonare al meglio il rinnovamento di un sentire cosmico e umano, erudito e popolare, teso al divino e alla speculazione filosofica, dedicato alla ricerca di una Verità necessaria e profonda, indissolubilmente legata alla tradizione e alla memoria, alla Torah ed alle sue infine scoperte.
Di fatto, in uno dei suoi libri più belli, I Sette Sentieri della Torah, ammette che la Torah è un sogno che chiede insistentemente di essere interpretato.
Errabondo, loquace, carismatico, sognatore, visionario all’eccesso seppe imprimere - forse precorrendo il pensiero occidentale della diaspora - alla sua filosofia e alla sua concezione del mondo una perennità che, seppur invisa nel tempo della sua vita terrena, ha dimostrato di essere per sempre, e di avere la capacità di riemergere dall’oblio dei secoli con la sua straordinaria modernità. Meditazione, digiuno, musica, respiro, combinazioni del sacro alfabeto, rileggendo Maimonide, Nachmanide, Aristotele, Ibn ’Arabi, Plotino, ne hanno fatto una figura di eccellenza e di rinnovamento, di rottura degli schemi correnti, fino all’autoproclamazione di essere il Messia E all’eroica impresa del tentativo di convertire il papa di Roma, Nicolò III Orsini che lo condannò al rogo per blasfemia.
Tutto questo è Abulafia: instancabile profeta e svelatore di enigmi, assertore di una Verità Unica, conoscitore di un Creatore che per molti è solo paura e formalità, obbedienza e supina ripetizione, cieca teoria di misteri e oscura perpetuazione di pensieri. Abulafia, che trascorse in Sicilia gli ultimi dieci anni della sua vita e scrisse nell’isola i libri più importanti delle sue visioni, riaffiora in questa libro a Lui interamente dedicato, come tributo ad una "attualità" duratura e immortale.
Nel volume si narra la meravigliosa storia di un uomo illuminato, disposto a difendere le proprie convinzioni anche a costo della vita, pronto a un dialogo interreligioso che ancora oggi, a distanza di quasi mille anni, sembra una chimera.

Autore: Carmelo Zaffora
Titolo: Le confessioni di Abulafia
Editore: Vertigo
Prezzo: € 25,00
Voto: 10

09/05/2018, 14:48



Maurizio-Nicita-Paolo-Pizzo---La-stoccata-vincente----Sperling-&-Kupfer---La-video-recensione---Le-recensioni-in-LIBRIrtà


 



Maurizio Nicita Paolo Pizzo - La stoccata vincente -  Sperling & Kupfer - La video recensione - Le recensioni in LIBRIrtà


Clicca qui, per vedere la video recensione del libro di Nicita e Pizzo.

Recensione.
L’esaltante vita di un uomo già a 13 anni, quando un tumore al cervello lo blocca e gli fa perdere le speranze di tirare a scherma. Il catanese Paolo Pizzo sarà campione del mondo di spada nel 2011 e nel 2017. Paolo Pizzo esempio di audacia. Un libro, scritto con il taglio del narratore e del giornalista (de La Gazzetta dello Sport) che solo un personaggio del calibro di Maurizio Nicita poteva, che non possiamo raccontarvi, ma che dovete leggere... perché vi insegna a rialzarvi e ve lo dice un bimbo/uomo di 13 anni... 20 anni fa.La settimana prima l’inizio dei campionati del mondo di scherma a Catania, nel 2011, Paolo Pizzo viene lasciato dalla storica compagna. Delusione e frustrazione diverranno la carica per laurearsi campione del mondo. Nella sua città.Paolo Pizzo è un uomo di famiglia, è testardo, quasi antipatico con se stesso, ma è tutta grazia ricevuta, perché a 13 anni, quando questo giovane talento è ammirato nei palcoscenici mondiali, un tumore al cervello lo costringe a fermarsi.I fallimenti alle olimpiadi e la liscia catanese, sono lo sprone per continuare. Il Ct non lo convoca in nazionale per troppi anni. Appena lo fa, lo stesso Ct il 31 dicembre muore. Deve ridimostrare tutto Paolo, al nuovo Ct. E dimostra talento, classe, impegno. La vita privata torna a risplendere, grazie ad una nuova conoscenza.... sarà sua moglie. Il libro, che racconta le vicende dello spadaccino sino al 2016, anno in cui viene pubblicato per Sperling & Kupfer nel mese di maggio poco prima dell’Olimpiade dove vince l’argento a squadre è una profezia continua: appena qualche settimana fa, siamo nel 2017, a Lipsia Paolo si è laureato per la seconda volta campione del mondo  di spada individuale, un capitolo che non ha potuto pubblicare, ma che ha continuato a scrivere la sua esaltante vita.

Autori: Maurizio Nicita - Paolo Pizzo
Titolo: La stoccata vincente
Editore: Sperling & Kupfer
Prezzo: € 17,00
Voto: 10


16768707192
Create a website