All rights reserved
logo
logo

Letto, riletto, recensito!

faziomassimomonade@yahoo.it

facebook
twitter
gplus
youtube
instagram

Seguici nei nostri social

Torna Iperborea e il suo festival "I Boreali" a Matera il 17 e 18 ottobre

14/10/2019, 01:33

Torna-Iperborea-e-il-suo-festival-"I-Boreali"-a-Matera-il-17-e-18-ottobre

Dal 12 al 26 ottobre in Sardegna col "Festival Internazionale della Letteratura di viaggio"

12/10/2019, 08:57

Dal-12-al-26-ottobre-in-Sardegna-col-"Festival-Internazionale-della-Letteratura-di-viaggio"

Oggi il Nobel per la Letteratura a Olga Tokarczuk per il 2018 e Peter Handke per il 2019)

10/10/2019, 20:01

Oggi-il-Nobel-per-la-Letteratura-a-Olga-Tokarczuk-per-il-2018-e-Peter-Handke--per-il-2019)

Per la tua pubblicità nel nostro blog
contattaci inserendo i tuoi dati di seguito,

Il consigLIBRO 

Autunno 2019 è di:


Daniele Zito,

Uno di noi, 
Miraggi Edizioni.

24/10/2019, 01:01



Chiara-Moscardelli---Volevo-essere-una-vedova---Einaudi


 



Chiara Moscardelli - Volevo essere una vedova - Einaudi

Prendete e leggente tutte!
Le recensioni in LIBRIrtà


A cura di Letizia Cuzzola

Ho capito che il tempo corre più veloce di quanto io lo tenga a bada quando ho iniziato a ricevere più inviti a matrimoni, battesimi, comunioni e divorzi che a compleanni. Nell’arco di tempo in cui io ero impegnata con il cambio stagione degli armadi, la gente attorno a me si fidanzava, si sposava e si riproduceva. E me lo faceva notare. L’apice il giorno del mio trentaseiesimo compleanno: "Eh... ti stai facendo vecchia"; "Eh... ora son tanti eh..." ed è in questo preciso istante che mi rendo conto che un uomo celibe, anche se ormai col bastone e la dentiera, sarà sempre single, scapolo ma mai zitello mentre io ho varcato la soglia. Quel tenero "i 36 sono gli anni dei cambiamenti" di un amico all’improvviso è diventato un feroce "i 36 sono il passaporto per attraversare la frontiera fra single e zitella". Vi venisse bene. 

Ed ecco che, alla ricerca di un libro con cui stemperare l’amaro in bocca degli auguri, mi imbatto in "Volevo essere una vedova" di Chiara Moscardelli (Einaudi, 2019). La folgorazione. La Moscardelli ha centrato il punto: per la società la vedovanza è una disgrazia, la singletudine pure ma è una scelta. Di chi non è ben chiaro giacché quella stessa società, però, ci bombarda con l’idea che una donna per esser completa deve essere giustappunto donna/madre/moglie/manager/supereroepertuttelestagioni. Se salta un passaggio siamo fottute. E ci si mette pure la natura: un uomo nasce cresce e muore Sperminator, una donna nasce, cresce, soffre a rate mensili finché non finisce di pagare il mutuo delle ovaie e, se queste non le usa per riprodursi, la natura di cui sopra gliele requisisce: "Grazie gioia per tutte le sofferenze che hai patito ma, visto che non hai prodotto un figlio entro i tempi per cui ti è stato concesso il mutuo, io le ovaie te le pignoro". E mentre tu preparavi i pop corn è finito il film ed è partita la menopausa. 

Ma c’è un intermezzo, quello in cui noi tutte ci illudiamo che, se ci impegniamo davvero, possiamo avere la vita che vogliamo. Ci hanno inculcato, sempre per le osservazioni di cui sopra, che non basta avere un buon lavoro, la soddisfazione personale di essere persone perbene e non serial killer per essere apprezzate e non da commiserare. Bisogna trovare un uomo e saperselo tenere. E l’uomo avrà sempre ragione, saremo sempre noi quelle sbagliate perché cerchiamo di cambiarlo quest’uomo dopo che lo troviamo, e se lo troviamo in condizioni da poter essere definito tale; rincorriamo il principe azzurro (che pure se è verde cacarella o grigio smog ci mettiamo gli occhiali con le lenti colorate e lo vediamo azzurro) e sogniamo quel vissero felici e contenti che concludeva ogni fiaba della buonanotte. Ma a qualcuno hanno mai fatto sapere se tutti han vissuto felici e contenti davvero? 

"Volevo essere una vedova" è scritto col cuore e con la consapevolezza di una donna che è tutte le donne al giro di boa, a quel punto della vita in cui devi scendere a compromessi con te stessa e capire e ammettere cosa vuoi e non vuoi da te e dalla vita, senza menzogne e senza sconti. Per me è stato uno sguardo allo specchio e un calcio in culo che mi ha costretto a un esame di coscienza: quanto ho deciso e fatto per me e quanto per gli altri? Se la risposta è la seconda opzione bisogna ricominciare daccapo. Ricominciare da noi stesse sempre, dall’amore per quel che siamo, pregi e difetti. 

Oltre a farci sentire tutte meno cretine, il pregio della Moscardelli è l’ironia, il linguaggio confidenziale con cui ognuna di noi vorrebbe sentirsi dire che non è l’unica sfigata che non sa riconoscere l’uomo giusto e, spesso, neanche quello sbagliato. Io, Chiara, avrei voluta averla accanto durante la lettura, o almeno al telefono, per dirle «Grazie» a ogni capitolo.

Titolo: Volevo essere una vedova
Autrice: Chiara Moscardelli
Editore: Einaudi
Pagg: 216
Prezzo: 17,00
Voto: 9
17/10/2019, 01:01



Francesca-Petroni---Quando-arriva-la-notte---La-Corte-Editore


 



Francesca Petroni - Quando arriva la notte - La Corte Editore

Le recensioni in LIBRIrtà

A cura di Anna Cavestri

Un libro questo che non saprei ben definire. È un romanzo, ma un romanzo che tiene col fiato sospeso fino alla fine. Non è un giallo e neanche un thriller però il suo incalzare tiene in tensione, man mano che lo si legge. 

La protagonista, Virginia, è una ragazza che lavora in una multinazionale che vende giochi d’azzardo.Ha una vita che diremmo "normale", ha un compagno che vive con lei, senza grande entusiasmo, un tran tran fatto di lavoro e casa. L’ aggravarsi della malattia della madre, ed il suo ricovero in ospedale le fa perdere il solito ritmo, accelerandone tutti i suoi tempi. 

È figlia unica ed è la sola che si può occupare di lei.Corre Virginia tra un lavoro dove non ci sono orari, dove tutto deve seguire i tempi della realizzazione dei progetti di vendita, sempre più incalzanti sono le richieste che le vengono fatte, e la corsa tra i mezzi pubblici per andare in ospedale e poi tornare a casa sempre piùs tanca.Non è il compagno l’aiuto di cui ha bisogno, o per lo meno non è lui che riesce a darglielo. 

La sua vita viene completamente stravolta dall’incontro casuale col direttore della sua azienda. Lo vede di sfuggita ma rimane fulminata. Cassio, giovane, bello, magnetico. Si presenta a lei sostenendo di essere il diavolo.Il rapporto che ne nasce è di totale dipendenza da parte di Virginia e di totale irrazionalità da parte di Cassio. 

Virginia pur di seguirlo, innamoratasi, stravolge completamente le sue abitudini, pur di avere anche una piccola attenzione si inoltra per strade, consone a lui, ma mai da lei neanche ipotizzate. 

Ed è in questo rapporto, per niente alla pari, con un uomo che compare e scompare nella sua vita , al di fuori dalle regole, completamente proiettato su stesso, per il quale Virginia perde quella che era la sua identità, che il romanzo assume un aspetto di incalzante sospensione per tutto quello che succede.Virginia ne uscirà con le ossa rotte, sebbene fosse stata messa in guardia dei rischi che correva.Ma quello che può succedere è che si può cadere e provare a rialzarsi.Virginia ci proverà. 

La storia è scritta in seconda persona , come se la scrittrice volesse guidare il lettore, e affronta la possibilità di vivere spogliandosi di tabù, maschere, preconcetti, quando lo si ritiene giusto per la propria causa.Non senza dover comunque pagare dei prezzi, che sono alti e anche drammatici in questo libro.


Titolo: Quando arriva la notte
Autrice: Francesca Petroni
Editore: La Corte
Pagg.: 232
Prezzo: € 15,90
Voto: 8
14/10/2019, 01:33



Torna-Iperborea-e-il-suo-festival-"I-Boreali"-a-Matera-il-17-e-18-ottobre


 



I Boreali a Matera il 17 e 18 ottobre

Le news



Il 17 e il 18 ottobre non prendete impegni: I Boreali, il festival dedicato alla cultura nordeuropea, arriva per la prima volta a Matera con due giornate di appuntamenti tra letteratura, musica, eventi per bambini e laboratori, nell’ultima tappa di questo 2019, organizzata insieme ad Amabili Confini e Onyx Libro Presidio del Libro Matera.

Björn Larsson tornerà in Italia per presentare il suo ultimo romanzo La lettera di Gertrud; Leonardo Piccione racconterà il suo Libro dei vulcani d’Islanda, curioso viaggio in 47 storie legate ad altrettanti vulcani islandesi; 

una nuova tappa dell’Arto Paasilinna Memorial Tour, lo spettacolo di Valerio Millefoglie dedicato allo scrittore finlandese, a un anno dalla scomparsa; 

i laboratori per i più piccoli a partire dalle pagine di Tuono di Ulf Stark e dalle avventure di Katitzi, di Katarina Taikon; la presentazione del nuovo volume di The Passenger, il settimo, con protagonista Berlino; 

un incontro tutto dedicato alle Fiabe norvegesi insieme a Bruno Berni e Luca Doninelli, che ci accompagneranno alla scoperta di troll policefali, giganti cattivi e draghi; e la musica, con il set di Damiano Fragasso e con le atmosfere finlandesi e le sonorità dei film di Aki Kaurismäki di Fwora Jorgensen, nuovo progetto di Mirco Mariani.

Programma completo:

- giovedì 17 ottobrekids 09:30 - 11:30 Casa Cavatuono, un gigante per amicoLettura animata di Tuono di Ulf Stark.Evento per bambini dai 6 agli 11 anni, riservato alle scuole.kids16:30 - 18:30Libreria 365 Storie, Mondadori Bookstore, Libreria dell’Arco, Biblioteca Provinciale "T. Stigliani" (Sala Pinocchio)laboratori per bambini su tuono di ulf starkAttività di gruppo per i bambini che partecipano alle letture del mattino.lit18:00 - 18:50 Casa Cavala lettera di gertrud: l’identità tra scelta e destinoLo scrittore svedese Björn Larsson presenta il suo ultimo libro in dialogo con la giornalista Antonella Ciervo.talk 19:00 - 19:50 Casa Cavaberlino: 891,8 km2 di potenziale puroIncontro su The Passenger - Berlino.Con lo scrittore Vincenzo Latronico e il caporedattore della rivista Marco Agosta.a seguire: dj set di damiano fragasso

- venerdì 18 ottobrekids 09:30 - 11:30Casa Cavale avventure di katitziLettura animata di Katitzi e Katitzi e il piccolo Swing di Katarina Taikon.Evento per bambini dai 6 agli 11 anni, riservato alle scuole.kids16:30 - 18:30Libreria 365 Storie, Mondadori Bookstore, Libreria dell’Arco, Biblioteca Provinciale "T. Stigliani" (Sala Pinocchio)laboratori per bambini su katitzi e katitzi e il piccolo swing di katarina taikonAttività di gruppo per i bambini che partecipano alle letture del mattino.lit 18:00 - 18:50 Casa Cavagiganti cattivi, troll policefali, draghi delle voragini: il meraviglioso mondo delle fiabe norvegesiPresentazione di Fiabe norvegesi, il sesto volume della serie di fiabe nordiche pubblicate da Iperborea. Con il traduttore e curatore del volume Bruno Berni e lo scrittore Luca Doninelli.lit19:00 - 19:50 Casa Cavaislanda, terra di storie e di vulcaniLeonardo Piccione racconta il suo Libro dei vulcani d’Islanda, un viaggio curioso in 47 storie legate ad altrettanti vulcani dell’isola.live 21:00 - 22:30 Casa Cavaarto paasilinna memorial tour. cosa ci lascia uno scrittore quando ci lasciaUn reading per parole e musica dedicato alla memoria dell’autore finlandese Arto Paasilinna. Di e con Valerio Millefoglie, a seguire: fwora jorgensen Progetto musicale di Mirco Mariani, ispirato alle atmosfere e alle sonorità dei film di Aki Kaurismäki.Tutti gli incontri sono a ingresso gratuito fino a esaurimento posti, a eccezione di quelli per i bambini che sono riservati alle scuole.

Programma completo sul sito de i Boreali: https://iboreali.it/2019/matera/ 



123118
Schermata2019-10-03alle10.14.51
Paesietnei

Clicca qui per leggere l'intervista su VIVERE  de La Sicilia a

Daniele Zito

Letto, riletto, recensito è media partner dellì Etna Book Festival

Ogni mese Paesi Etnei Oggi,  ospita nella versione cartacea il blog Letto, riletto, recensito!

Schermata2019-05-07alle16.38.33
Schermata2019-10-08alle07.22.05
PHOTO-2019-09-28-11-45-16

Le nostre rubriche seguono il seguente ordine settimanale:

 

SabatoGlievergreencopia
lunedilevideorecensioni
MercolediLeintervistecopia
DomenicaIlconsigliodellasettimanacopia
MartedievenerdiLenovita
GiovediLerecesnioniinLIBRIrtacopia
sem
lorma
saggiatore
unnamed
LogoNN6
logoblackpngnewEDITORE2018
Create a website