All rights reserved
logo

Letto, riletto, recensito!

faziomassimomonade@yahoo.it
image-832

facebook
twitter
gplus
youtube
instagram

Seguici nei nostri social

23 e 24 aprile Castello di Agazzano (PC) "LIBRI IN CASTELLO": tra i nomi Permunian e Mascheroni

2022-04-20 00:01

Admin

home, news,

23 e 24 aprile Castello di Agazzano (PC) "LIBRI IN CASTELLO": tra i nomi Permunian e Mascheroni

23 e 24 aprile Castello di Agazzano (Pc) "Libri in Castello" Festival uno-culturale organizzato da Francesco Gonzaga e Oligo Editore

CASTELLO DI AGAZZANO (PC)

sabato 23 e domenica 24 aprile 2022

Prima edizione

"LIBRI IN CASTELLO"

FESTIVAL ENO-CULTURALE
nato da un progetto della famiglia Gonzaga e Oligo editore


schermata-2022-03-30-alle-22.47.15.png

Al via la prima edizione di Libri in Castello da sabato 23 a domenica 24 aprile 2022 al Castello di Agazzano (Piacenza). L’idea di un connubio tra cultura e degustazione è di Francesco Gonzaga in collaborazione con l’editore Oligo. Il programma prevede presentazioni di libri, tavole rotonde e laboratori per bambini il tutto nella cornice del Castello: adagiato sui dolci colli piacentini, il Castello di Agazzano si staglia immerso in un paesaggio da favola. Alle spalle delle torri, i vigneti regalano uve in abbondanza.

licensed-image.jpeg

«Un ambiente storico che fa sognare. Vini che liberano la mente. Libri che aiutano a riflettere». Francesco e Lodovico Gonzaga

 

Il primo nucleo della rocca fu eretto nel XIII secolo da Giovanni Scoto, il cui figlio Alberto sarà il primo signore di Piacenza. Durante il Rinascimento, la rocca venne ingentilita dalla realizzazione di un cortile d’onore con un ampio loggiato e da nuovi appartamenti con tanto di giardini pensili.
Nel Settecento, in seguito al matrimonio tra Margherita Scotti con Girolamo Anguissola e all’inizio della dinastia degli Anguissola Scotti, una parte del complesso è stata trasformata in residenza estiva. Nel secolo scorso, l’unione di Luisa Anguissola Scotti con Ferrante Vincenzo Gonzaga (eroe di guerra, ucciso dai Nazisti a Eboli l’8 settembre 1943) portò la proprietà a quest’ultima famiglia, che ancora oggi custodisce l’imponente complesso architettonico.
Una curiosità: la leggenda vuole che il castello sia infestato dal fantasma del conte spadaccino Pier Maria Scotti, detto “il Buso”. 

www.castellodiagazzano.com 
www.letorricelle.it

 

Il Programma completo e le informazioni nel link di seguito: https://www.oligoeditore.it/libri-in-castello

Ospite d'onore di questa prima edizione, la criminologa Roberta Bruzzone. E ancora, tra gli invitati spiccano nomi eccellenti quali, Lorenzo Beccati, Fabrizio Binacchi, Annarita Briganti, Luca Crovi, Fabio Federici, Claudio Gallo, Marco Ghizzoni, Ermanno Mariano, Luigi Mascheroni, Francesco Permunian (in foto e del quale riportiamo la bio), Roberto Piumini, Luca Ponzi, Massimo Novelli, Pierluigi Senatore, Younis Tawfik.

 

 

In foto Francesco Permunian

Francesco Permunian è nato a Cavarzere nel 1951. Vive da anni a Desenzano sul lago di Garda. Tra i suoi libri ricordiamo almeno Cronaca di un servo felice (Meridano Zero 1999), Nel paese delle ceneri (Rizzoli 2003), Ultima favola (Il Saggiatore 2015), Costellazioni del crepuscolo (Il Saggiatore 2017), Sillabario dell’amor crudele (Chiarelettere 2019), Il rapido lembo del ridicolo (Italo Svevo 2021) e Giorni di collera e di annientamento (Ponte alle grazie 2021). Delle sue opere hanno scritto i maggiori critici: Andrea Cortellessa lo ha inserito in La terra della prosa. Narratori italiani degli anni Zero; Andrea Caterini gli ha dedicato un “ritratto” in Ritratti e paesaggi. Il romanzo moderno (2019); Giulio Ferroni gli ha riservato alcune pagine del suo L’Italia di Dante. Viaggio nel paese della Commedia (2019) e altrettanto ha fatto Salvatore Silvano Nigro in Una spia tra le righe (2021). Compare pure tra i Solitari, scrittori appartati d’Italia, (2021)

0-2.jpeg